Archivi per la categoria ‘senza categoria’

Il mercato degli ETF,  continua la sua espansione:  due società di diritto lussemburghese, la Woodpecker Capital Sa e Alessia Sicav  hanno quotato,lo scorso 29 settembre, tre comparti ciascuna sul segmento di ETFplus dedicato ai fondi comuni d’investimento, quest’ultimo aperto il 1 dicembre 2014.

Il mercato ETFplus è  il mercato di Borsa Italiana, regolamentato, autorizzato, sottoposto alla vigilanza della CONSOB e  interamente dedicato alla negoziazione in tempo reale di strumenti che replicano l’andamento di indici e di singole materie prime.


SPONSOR

SPONSOR


Gli strumenti quotati su ETFplus replicano gli indici di mercato e consentono agli investitori di avere una consapevolezza in merito al profilo rischio/rendimento del proprio investimento, del portafoglio titoli o asset class a cui sono esposti.
Leggi il resto di questo articolo »


SPONSOR

SPONSOR


Rating 3.00 out of 5

Ricorrere a troppi strumenti per “spalmare” i rischi, potrebbe essere controproducente, soprattutto considerando che le condizioni di mercato sono radicalmente cambiate: si sono moltiplicati gli strumenti finanziari (con il rischio di investire su prodotti simili) e sono mutate le correlazioni tra i mercati.

Occorrono strategie capaci di creare valore aggiunto e quindi cavalcare quei titoli e quei settori che si mostrano più tonici applicando poi un costante ribilanciamento in relazione all’andamento dei mercati. Quindi non avrebbe molto senso una strategia passiva diversificando a pioggia.

Nell’ultima dozzina d’anni ci sono state due o tre crisi che hanno messo a dura prova il principio della classica diversificazione: in molti casi tutte le asset class sono andate male e quasi nessuna si è salvata. Oggi poi i mercati finanziari sono “gonfiati” dalle liquidità delle banche centrali. Il rischio è di diversificare in asset class che in realtà seguono le stesse dinamiche; esempio classico è l’andamento praticamente all’unisono tra il Btp e la Borsa Italiana.

L’ondata di liquidità ha attraversato il mondo dei titoli sovrani e si è estesa alle altre asset class e così tutti i valori sono stati gonfiati. Da qui i tradizionali rapporti che esistevano tra bond e azioni sono venuti meno; un esempio per tutti è il Btp che in due anni è passato da una correlazione negativa con le Borse a una positiva, muovendosi in sintonia con i mercati azionari. Così come tutto il mondo obbligazionario high yield .

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Created and Administrated by G. C.