Archivi per la categoria ‘Mercato Italiano’

Il Fondo Monetario Internazionale abbassa le stime sul nostro Paese che difficilmente potrà sentire parlare di crescita.

È utile  un focus per evidenziare alcuni fattori che hanno influito nel corso dell’economia del Paese italico.

L’economia italiana ha subito due shock esogeni, ovvero dei mutamenti significativi che hanno contribuito a cambiamenti su mercato: la globalizzazione, quale processo di integrazione dei mercati e la rivoluzione tecnologica provocata dalla diffusione delle nuove tecnologie di informazione e comunicazione. Tuttavia l’Italia ha investito ed investe in maniera ancora poco consistente nella ricerca tecnologica, creando una carenza ed un freno alle possibili potenzialità di sviluppo.


SPONSOR

SPONSOR


Leggi il resto di questo articolo »


SPONSOR

SPONSOR


Rating 3.00 out of 5

È di oggi la notizia che GTECH spa (nuova denominazione di quella che un tempo era Lottomatica Group spa), operatore numero uno nel settore delle lotterie e delle scommesse e quotata in Borsa nel principale indice azionario italiano, ha messo a punto la fusione con la statunitense IGT (International Game Technology), a sua volta leader nel settore dei casinò e quotata a Wall Street, con base a Las Vegas.

L’operazione ha un valore di circa 6,4 miliardi di Dollari (al cambio attuale 4,7 miliardi di Euro) e porterà alla nascita di una nuova società di diritto inglese con un azionariato all’80% in mani italiane. Il Consiglio di Amministrazione sarà composto da un presidente scelto da IGT, mentre l’amministratore delegato di GTECH in carica, Marco Sala, sarà il Chief Executive Officer della NewCo.

Questa fusione, che si completerà nei prossimi mesi, porterà la nuova società ad essere numero uno globale in tutti i settori dei giochi: a metà seduta il titolo GTECH risponde con entusiasmo alla notizia, facendo segnare un rialzo attorno al 5% a quota 19,36 Euro.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Al di là dell’Atlantico stupiscono i dati sul lavoro del mese di giugno, che fanno segnare 288.000 nuovi posti rispetto ai 215.000 attesi dagli analisti. Le richieste di sussidi di disoccupazione sono lievemente aumentate ma rimangono distanti dal livello di guardia, mentre il tasso di disoccupazione si attesta al 6,1% quando gli analisti prevedevano che rimanesse invariato al 6,3%, toccando i minimi dal 2008.

Questi dati risultano essere alquanto positivi ed insieme a quelli su import/export, rispettivamente in calo dello 0,3% ed in aumento dell’1%, dimostrano che l’economia USA non rallenta e gode di ottima salute.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

In questi giorni si sono concluse le OPVS (Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione, anche chiamata IPO dall’inglese Initial Public Offering) di due importanti società italiane leader nei rispettivi settori, che si affacciano per la prima volta al mercato del capitale di rischio.

Fincantieri è un’azienda che si occupa di cantieristica navale – commerciale e militare - controllata da una società di Cassa Depositi e Prestiti e quindi partecipata indirettamente dal Tesoro italiano. La quotazione in Borsa partirà il 3 luglio prossimo venturo ed è prevista una cessione di circa il 40/45% delle quote azionarie detenute dalla controllata di CDP.

FinecoBank è invece la banca online e multicanale del Gruppo Unicredit, broker numero uno in Italia e in Europa per i servizi di trading online con una fitta rete di promotori finanziari a disposizione della clientela. La sua quotazione in Borsa precederà quella di Fincantieri di un giorno e verrà ceduto il 30/35% delle quote detenute da Unicredit.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Created and Administrated by G. C.