Archivi per la categoria ‘Mercato Italiano’

Il differenziale fra emissioni obbligazionarie decennali dello Stato italiano e di quello tedesco è sceso sotto la soglia dei 200 punti base, miglior risultato dall’ormai lontano luglio 2011.


SPONSOR

SPONSOR


Il Ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni si è affrettato ad affermare che si tratta di una rinnovata fiducia dei mercati per la ritrovata stabilità dei conti pubblici italiani, aggiungendo che questo può liberare risorse da poter utilizzare per favorire la crescita ed il taglio delle tasse.

Anche lo stesso Primo Ministro Enrico Letta ha espresso soddisfazione, sostenendo che il mantenimento dello spread sotto i 200 punti non potrà che favorire la ripresa.

Leggi il resto di questo articolo »


SPONSOR

SPONSOR


Rating 3.00 out of 5

Le previsioni di BofA – Merril Lynch per l’anno prossimo vedono ancora rialzo per le Borse del Vecchio Continente. Lo Stoxx 600 ( l’indice complessivo delle Borse europee, + 13,7% da inizio 2013) dovrebbe arrivare entro fine 2014 a 360 punti; ciò significa un ulteriore incremento del 12,50%. Lo Stoxx 50 ( le 50 azioni più rilevanti d’Europa), dovrebbe registrare nel medesimo periodo un +19% a quota 3400 punti.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Primo giorno di quotazione per l’azienda dei piumini, già in rialzo in asta di apertura con un progresso teorico di oltre il 27%, si è spinto poi ad un +41% non riuscendo ad aprire: l’andamento scoppiettante era prevedibile vista una domanda di azioni di gran lunga più ampia rispetto all’offerta, ma un progresso così forte con scambi elevati probabilmente è stata una vera sorpresa per il mercato.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Si è chiusa l’offerta pubblica di vendita (Initial Public Offering in inglese) di Moncler, società di abbigliamento di nascita francese ma di proprietà italiana dal 1992, partita il 27 novembre scorso.

Come da più parti atteso, è stato un successo “planetario” con richieste a piene mani da Usa, Gran Bretagna, Europa, Medio-Oriente ed Asia.

La parte istituzionale ha inoltrato richieste per 20 miliardi circa (tale importo avrebbe permesso di sottoscrivere per ben 31 volte le azioni offerte).

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Created and Administrated by G. C.