Archivi per la categoria ‘Didattica e Definizioni’

L’anno in corso si sta per chiudere con 370 obbligazioni subordinate di banche Italiane in circolazione per un importo complessivo di 60,5 miliardi di Euro, stime sostanzialmente in linea con l’ultima rilevazione Bankitalia e cioè 61 miliardi, risalente al 2013. A quel tempo la quota in mano al pubblico retail era pari a 35 miliardi, quindi oltre la metà.


SPONSOR

SPONSOR


Le nuove regole circa gli asset da ricomprendere nel patrimonio delle banche e quelle sul loro salvataggio, hanno apportato modifiche sostanziali. Qual è ora la situazione dei detentori dei bond subordinati ancora in circolazione? Secondo le elaborazioni di Consultique il 90% del totale è stato emesso dalle banche di maggiori dimensioni, un insieme che somiglia molto ai 15 istituti di credito oggetto degli stress test europei.

Leggi il resto di questo articolo »


SPONSOR

SPONSOR


Rating 3.00 out of 5

Il mercato degli ETF,  continua la sua espansione:  due società di diritto lussemburghese, la Woodpecker Capital Sa e Alessia Sicav  hanno quotato,lo scorso 29 settembre, tre comparti ciascuna sul segmento di ETFplus dedicato ai fondi comuni d’investimento, quest’ultimo aperto il 1 dicembre 2014.

Il mercato ETFplus è  il mercato di Borsa Italiana, regolamentato, autorizzato, sottoposto alla vigilanza della CONSOB e  interamente dedicato alla negoziazione in tempo reale di strumenti che replicano l’andamento di indici e di singole materie prime.

Gli strumenti quotati su ETFplus replicano gli indici di mercato e consentono agli investitori di avere una consapevolezza in merito al profilo rischio/rendimento del proprio investimento, del portafoglio titoli o asset class a cui sono esposti.
Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

La Banca Centrale Europea lascia il “Refi”, il tasso di rifinanziamento,  al minimo storico dello 0,05% .

Il Tasso Refi rappresenta il valore indicizzato che le banche sono tenute a pagare quando prendono in prestito il denaro dalla BCE, quindi nel momento in cui gli istituti di credito si trovano a dover affrontare momenti di crisi di liquidità e sensibili alla variazione del refi sono soprattutto i tassi interbancari, come l’Euribor,  il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee.

Inflazione e dinamica del PIL a livelli bassi, inducono a ricorrere a misure di allentamento della politica monetaria.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

L’Europa si conferma prigioniera della spirale deflazionistica.

Non si arresta il calo dei prezzi nei Paesi dell’Euro, confermato dagli ultimi dati di Ottobre, i più bassi degli ultimi cinque anni.

Tralasciando tutte le conseguenze economico-sociali della deflazione, le considerazioni più importanti sono incentrate sul ruolo di questo fenomeno all’interno della Borsa.

La riduzione del livello dei prezzi, infatti, genera il “congelamento” dei consumi: si è propensi a posticipare nel tempo qualsiasi acquisto non indispensabile, non curandosi dell’inesorabile futura discesa degli stipendi. La moltiplicazione di questa scelta per gran parte degli agenti di un sistema economico genera una contrazione dei consumi, deprimendo la crescita e di conseguenza non aumenterà nemmeno il PIL.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 4.50 out of 5

Created and Administrated by G. C.