Archivi per la categoria ‘Azioni’

Notizia “shock” stamane: il più importante social network del mondo ha comprato WhatsApp, il sistema di messaggi più noto e diffuso a livello planetario, pagando la bella somma di 19 miliardi di dollari di cui 4 in contanti e la differenza in azioni (sfruttando anche l’aumento di capitalizzazione dovuto al notevole apprezzamento delle azioni in questione, oggi a quota 70 USD circa).


SPONSOR

SPONSOR


Leggi il resto di questo articolo »


SPONSOR

SPONSOR


Rating 3.00 out of 5

Il segmento “Lusso” ha chiuso con un +16% il 2013, performance registrata quasi interamente nei primi mesi. L’indice Eurostoxx Personal & Household Goods - che meglio fotografa il Luxury europeo – è al quarto calo consecutivo con un -0,8% a 502 punti; la correzione è partita dall’area dei massimi storici segnati il maggio scorso a 533 punti.

Graficamente si vede che a partire proprio da tale data l’indice ha iniziato a perdere spunto sottoperformando l’indice globale Eurostoxx. Il trend rialzista di fondo pare perciò entrato in una fase di stallo, la cui natura distributiva – con il cedimento di area 500 punti – si mostrerebbe più chiara e sotto la quale si completerebbe un modello ribassista con target verso 460 punti (downside risk -9%).

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

L’indice MSCI in euro del settore software ha registrato nell’anno in corso un incremento del 13,4% e, secondo Morgan Stanley, sarebbe arrivato il momento di guardare verso i titoli del comparto in vista dei risultati attesi per il 2014.

Ecco in sintesi alcune azioni di tale segmento giudicate interessanti:

ATOS – società francese nel listino di Parigi che mostra una performance da inizio anno di ca. il 23%. Ha un target price di 71 euro che corrisponde ad un +8,5% dalle più recenti quotazioni. Rendimento cedolare trascurabile ma tasso di crescita dell’eps 2012/2014 del 23% circa. Capitalizza 6,1 Mdi di euro.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Primo giorno di quotazione per l’azienda dei piumini, già in rialzo in asta di apertura con un progresso teorico di oltre il 27%, si è spinto poi ad un +41% non riuscendo ad aprire: l’andamento scoppiettante era prevedibile vista una domanda di azioni di gran lunga più ampia rispetto all’offerta, ma un progresso così forte con scambi elevati probabilmente è stata una vera sorpresa per il mercato.

Leggi il resto di questo articolo »

Rating 3.00 out of 5

Created and Administrated by G. C.