Altro

A sorpresa nei giorni scorsi le Autorità Cinesi hanno posto in atto in tre tempi ravvicinati la svalutazione della propria moneta, creando enorme contraccolpo alle borse mondiali e trascinando nella perdita di valore anche le valute di altri Paesi del Sud-Est Asiatico, compreso Australia e Nuova Zelanda in quanto grossi esportatori di materie prime verso il mercato cinese, notoriamente primario consumatore a livello mondiale di commodities.


SPONSOR

SPONSOR


Oltre agli effetti pratici conseguenti ad una svalutazione monetaria, il provvedimento ha di fatto sottolineato le preoccupazioni delle Autorità di Pechino in merito al rallentamento dell’economia,dopo anni di crescita galoppante, circostanza già fatto oggetto in tempi recenti di mosse monetarie ritenute dai mercati appropriate.

Anche in Europa si farà sicuramente sentire l’effetto dell’indebolimento dello Yuan sceso sui minimi da quasi tre anni nei confronti del dollaro. A farne le spese sono i settori che negli anni hanno conosciuto una esplosione dei propri ricavi grazie al gigante asiatico e più in generale ai paesi dell’area. Il riferimento va in particolare alle società del Lusso e dell’Auto.

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.