Altro

Il metallo giallo allunga il recupero (+1,6% a 1204 USD) dopo che la Fed ha fatto “intendere” che il percorso della politica monetaria restrittiva sarà più graduale di quanto nelle attese, anche gli altri metalli preziosi registrano una risalita dei corsi.

I dati positivi del lavoro americano sono controbilanciati da un tasso d’inflazione ancora sotto i livelli desiderati; la Fed preferisce stare ancora alla finestra per cogliere prove più marcate circa il miglioramento della congiuntura economica.


SPONSOR

SPONSOR


La maggior parte dei pareri (market sentiment) vede in settembre il periodo giusto per il primo aumento del tasso. Il prezzo spot dell’oro sfonda la soglia di 1200 USD per la prima volta da inizio giugno ed il cross Euro/Dollaro si è portato a 1,141 al livello più alto da metà maggio.

Graficamente l’oro consolida da circa 12 mesi sopra l’importante sostegno in area 1200/1150 USD; dall’estate 2013 non riesce, nonostante le varie turbolenze sui mercati, a superare quota 1400. Sotto 1150 bisogna andare fino ad area 1000 per trovare sostegni significativi.

Fonte: Websim

(Franco C.)

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.