Altro

Nonostante la debolezza dell’Euro tartassato quest’anno dal QE messo in campo dalla BCE, la Lira turca ha perso il 4% nei primi quattro mesi 2015 nei confronti della moneta dell’Eurozona, ma ha fatto molto peggio contro il Dollaro Usa verso cui da inizio anno ha perso oltre il 17%, segnando proprio stamane il minimo storico.

Parte in causa sarebbe il mancato rialzo dei tassi da parte della Banca Centrale di Ankara, che ha deciso di mantenere invariato il livello dei saggi di riferimento al 7,50% (il limite superiore al 10,75% e quello inferiore al 7,25%).


SPONSOR

SPONSOR


La decisione è stata comunque in linea a quanto previsto dagli analisti che non si aspettavano un aumento due mesi prima delle elezioni politiche in Turchia; un evento questo che sta destando qualche preoccupazione presso gli investitori istituzionali.

La Turchia poi si trova in un’area geografica molto delicata, ha come partner economico principale l’unione Europea, ma non disdegna Usa, Russia e Giappone e negli ultimi anni ha anche incrementato i rapporti con la Cina. Inoltre le ultime uscite di Erdogan (ad esempio i commenti sul massacro degli armeni) non sono parse perfettamente in sintonia con la prospettiva di un paese che vuole entrare in Europa.

Il rendimento dei titoli di stato espresso in Lire turche va dal 10% sulla scadenza ad un anno, all’8,75% sulle decennali.

Fonte: Websim

(Franco C.)

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.