Altro

La crisi finanziaria di Atene, ancora in attesa dell’OK all’esborso dei fondi da UE e FMI necessari per fronteggiare le imminenti scadenze, non ha alcuna ripercussione negativa sui bond della Zona Euro che festeggiano l’avvio del QE: l’azione iniziata il 9 dicembre scorso prosegue, provocando una vera rivoluzione sulla curva dei rendimenti dei titoli di stato italiani.

Il rendimento del BTP trentennale oggi è sceso per la prima volta nella storia sotto la soglia del 2%. Il rendimento del BTP a10 anni è sul nuovo minimo storico dell’1,10%. L’asta di metà marzo sui BOT ha visto il tasso del 12 mesi scendere allo 0,079%.


SPONSOR

SPONSOR


Chi sta meglio di tutti nell’Eurozona è la Germania che ha collocato Schatz a 2 anni a tassi negativi (-0,24%) ed i rendimenti della curva tedesca sono in negativo fino alla scadenza 2022.

Lo spread decennale BTP/Bund si riduce a 90 punti base, il livello più basso dall’aprile 2010. L’Italia consolida anche il “sorpasso” nei confronti della Spagna registrato a inizio settimana dopo un inseguimento durato 12 mesi: ora lo spread dei Bonos decennali ha un ritardo nei nostri confronti di 5 punti e solo ad ottobre i Bonos avevano un vantaggio di 45 punti nei confronti dei Btp

Fonte: Websim

( Franco C. )

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.