Altro

La Corte Costituzionale tedesca chiede il riesame alla Corte Europea di Giustizia di Lussemburgo dell’ Outright Monetary Transactions (OMT),  per una nuova interpretazione.

Annunciata dal Consiglio Direttivo della BCE nel 2012 con il famoso discorso di Londra, Draghi assicurava la tutela e la salvaguardia dell’euro con ogni mezzo, mediante l’acquisto diretto della BCE di titoli di stato a breve termine, dei paesi economicamente in difficoltà.

L’intento che la politica dell’ OMT si proponeva è impedire che l’ingenerarsi di tensioni sui mercati dei titoli di stato inducano l’innalzamento dei tassi di interesse che impedirebbero alle banche ed alle imprese di finanziarsi a condizioni equilibrate.

Il ricorso era stato presentato da 35 mila cittadini tedeschi che non ritenevano compatibili i programmi stabiliti, anche perchè andrebbero a limitare l’autonomia del Parlamento Tedesco in materia di bilancio.


SPONSOR

SPONSOR


Il rinvio sarebbe dovuto al fatto che l’ OMT garantirebbe aiuti indiretti ai paesi in difficoltà e ” supera il mandato della politica monetaria della BCE oltre a violare il potere e le competenze degli Stati membri, viola il divieto di finanziamento monetario al budget “.

Immediata la risposta della BCE che  ”prende atto dell’annuncio fatto  dall’ Alta Corte tedesca e ribadisce che il programma OMT rientra nel suo  mandato”.

Il mercato finanziario tuttavia, non ha reagito in modo particolarmente evidente alla notizia, anche perchè i tempi di attesa si allungano al prossimo 18 marzo, quando l’alta corte si pronuncerà sul permanente European Stability Mechanism.

Sarà la decisione finale a determinare le prossime mosse sul mercato.

(Laura Godorecci)

 

 

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.