Altro

Le azioni che promettono di creare valore nel tempo vengono spesso trascurate rispetto a quelle “Growth”, più aggressive e che promettono una crescita più rapida e rendimenti maggiori in un’ottica di breve periodo. Ma nel medio e lungo periodo sono le “Value” quelle che regalano le maggiori soddisfazioni.

Insomma la caccia al valore paga, soprattutto se l’investitore ha un ottica di investimento di lungo periodo e non si pone limiti geografici. Non è perciò un caso che a vincere il Morningstar Award per il miglior fondo azionario internazionale, sia stato un fondo “value” che punta alle blue chips di tutto il mondo, caratterizzate da un modello di business chiaro, una contabilità ordinata ed una crescita stabile degli utili.


SPONSOR

SPONSOR


Secondo analisi le azioni che rientrano nella categoria value tendono, a livello di prezzi, a fare meglio delle growth in ogni condizione di mercato e ad avere minore volatilità; questo perché di solito trattano con uno sconto maggiore. Il prezzo è solo una delle componenti di un’azione value; l’altra è la capacità dell’azienda emittente di creare profitti sostenibili nel tempo.

Definizione di “Titoli Value”: titoli ad elevato contenuto patrimoniale con un P/E – il rapporto prezzo/utili – solitamente più basso rispetto ai titoli più “aggressivi”.

Definizione “Titoli Growth”: titoli ad elevato potenziale di crescita caratterizzati da un P/E solitamente superiore a quello medio di mercato.

Fonti: Mornigstar, Websim

(Franco C.)

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.