Altro

La settimana trascorsa ha visto lo yen giapponese indebolirsi ancora ed un euro in rafforzamento contro le principali divise. Il cross Euro-dollaro USA ha violato la resistenza di breve posta a 1,34; tale movimento di recupero potrebbe continuare sia pure a fatica in ottica di brevissimo termine visti i livelli già raggiunti.

Il superamento di 1,35 aprirebbe nuovi spazi di rialzo con obiettivo potenziale in area 1,37-1,375 nel medio periodo. Le parole di Draghi al Forum di Davos, riproponendo la ferma e dura linea a difesa dell’euro, vanno in questa direzione. Circa lo Yen appare notevole la progressione del dollaro USA portatosi oltre quota 90 Yen.


SPONSOR

SPONSOR


Per il petrolio, il Brent sta accompagnando con maggior convinzione la risalita dell’azionario globale, ma restano ancora lontane le principali resistenze; continuano a permanere 20 dollari Usa di differenza fra Brent e WTI ed il gap di prezzo non sembra intenzionato a ridursi facilmente.

Gli eccessi di tale gap potrebbero essere una opportunità di tipo long-short: un delta di 23/25 dollari appare eccessivo e nelle precedenti occasioni si è assistito ad un rientro verso differenze più accettabili.

(Franco C.)

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.