Altro

Negli ultimi giorni i mercati finanziari di tutto il mondo hanno brindato,oltre che per l’inzio dell’anno nuovo, per l’accordo raggiunto da Obama al Congresso degli Stati Uniti per evitare il “Fiscal Cliff”, cioè il “precipizio fiscale” che avrebbe sicuramente riportato gli USA in recessione.

Anche se a fatica, Democratici e Repubblicani sono riusciti a mettersi d’accordo nel parlamento americano a Washington D.C. ed a scongiurare ciò che negli ultimi tempi aveva messo sotto pressione le Borse mondiali e gli USA stessi.


SPONSOR

SPONSOR


Certo è che l’FMI – il Fondo Monetario Internazionale guidato dalla francese Christine Lagarde – ha avvertito che ciò che è stato fatto è positivo bensì non sufficiente, affermando che resta da fare ancora molto al fine di rendere stabile l’economia americana e sostenibile il proprio debito.

Dello stesso parere dell’FMI è anche l’agenzia di rating Moody’s che, pur apprezzando l’accordo raggiunto dal Congresso, ha annunciato che in caso non dovessero esserci ulteriori novità nel prossimo futuro, potrebbe essere rivisto al ribasso il rating delle obbligazioni USA.

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.