Altro

E’ solito sentir nominare Brent e WTI, magari a proposito del rialzo del prezzo dei carburanti. Infatti si tratta dei due tipi di petrolio di riferimento per il mercato mondiale e sono quotati in borsa tramite Futures, come accade per tutte le materie prime.

In particolare il Brent è il petrolio europeo, che proviene dal Mare del Nord ed è un petrolio greggio molto leggero ma che contribuisce a fissare il prezzo del 60% delle estrazioni di petrolio mondiali.

Il WTI invece, acronimo di West Texas Intermediate, è il secondo tipo di petrolio di riferimento ed è estratto in Texas negli Stati Uniti.  E’ quotato come Future sul mercato NYMEX (New York Mercantile Exchange, società del Gruppo CME – “Chicago Mercantile Exchange”) insieme ad altre materie prime. E’ un petrolio di elevata qualità e con ridotto contenuto di solfuri, minore anche rispetto al Brent.


SPONSOR

SPONSOR


Questi due tipi di petrolio, oltre alla compravendita di Futures, possono essere scambiati anche grazie ad ETC a loro dedicati. Esistono anche ETC sul petrolio più generici e denominati semplicemente “Oil”.

Essi sono quelli di riferimento ma non gli unici: altri tipi di petrolio utilizzati come benchmark sono il Dubai Oil, l’Opec Basket (cioè il paniere di petroli stilato dall’associazione dei produttori petroliferi di Sudamerica, Africa e Medio Oriente) e il Tapis Crude, quotato a Singapore e riferito al petrolio della Malesia.

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.