Altro

I Futures sono contratti a termine come i Forward ma si differenziano da essi per il grado di standardizzazione elevato che li rende facilmente scambiabili all’interno di un mercato regolamento (per l’Italia il mercato IDEM ed EUREX di Borsa Italiana) e per il sottostante su cui si basano; anche per i Futures le parti si obbligano a scambiarsi alla scadenza un certo quantitativo di determinate attività finanziarie, ad un prezzo prestabilito.

Le attività sottostanti sono ad esempio indici di borsa (come FTSE MIB in Italia, il DAX in Germania, il CAC in Francia, ecc) ma anche altri titoli come le obbligazioni (uno su tutti il Bund Futures, la cui attività sottostante è un titolo emesso dal governo tedesco con scadenza compresa tra 8,5 e 10,5 anni) oppure ancora delle commodities (cioè materie prime come petrolio, grano, metalli, ecc) e come ogni Futures, possono essere utilizzati per copertura, per trading speculativo o per arbitraggio.

Senza entrare troppo nel particolare, possiamo affermare che i futures sono strumenti a leva finanziaria (vedere l’articolo ad hoc per un approfondimento) poichè fra le due controparti (chi crede nel rialzo e quindi acquista lo strumento e chi crede nel ribasso e quindi lo vende) non vi è lo scambio anticipato del valore per intero del contratto Futures in questione ma semplicemente un margine di garanzia (cioè una piccola quota del totale del valore nominale) che viene tenuto dalla CC&G (ovvero la “Cassa di Compensazione e Garanzia“, facente capo al Gruppo Borsa Italiana spa) ed aggiornato quotidianamente a seconda del valore del contratto Future sul mercato.

Ovviamente non è necessario – una volta presa posizione su un contratto Futures – attendere la scadenza naturale dello strumento ma basta effettuare un’operazione di segno opposto a quella iniziale, al prezzo corrente (avendo un guadagno oppure una perdita), grazie alla presenza del mercato regolamentato.


SPONSOR

SPONSOR


I contratti Futures nascono sopratutto con fini di copertura, hedging in inglese, ma possono essere utilizzati anche per mera speculazione sia in acquisto sia vendendolo allo scoperto, cercando un guadagno sulla variazione del suo prezzo, oppure ancora per strategie basate sull’arbitraggio.

Ma come è possibile utilizzare un Futures come copertura di altri investimenti?

Esempio: non avendo più fiducia nelle obbligazioni dei Paesi periferici ho acquistato 100 mila Euro di titoli di Stato tedeschi, in questo caso Bund a 10 anni, supponiamo alla pari cioè a prezzo 100 e percepisco gli interessi su questa cifra.

L’avversione al rischio per i problemi dei Paesi periferici europei cresce esponenzialmente e conseguentemente aumenta il costo dell’acquisto del Bund visto che il mercato si dirige sugli stessi, poichè considerati privi di rischio rispetto agli altri titoli governativi. Ora il prezzo per l’acquisto del medesimo Bund è cresciuto, supponiamo a 120.

Io, che posseggo questo titolo con un prezzo di 100, potrei venderlo a 120 e guadagnare sulla differenza dei due prezzi; ma in questo modo andrei a rientrare in possesso dei miei 100 mila Euro, smettendo di percepire interessi e magari non sapendo dove investire di nuovo per mantenere un rischio basso.

Allora potrei tenere i Bund in mio possesso, continuando a percepire gli interessi come prima ma rischiando di avere un mancato guadagno sulla differenza di prezzo che si è creata, perchè lo stesso prezzo potrebbe tornare da 120 verso il mio prezzo di acquisto.

Perciò la soluzione migliore è VENDERE il Futures Bund per lo stesso valore dei Bund che possiedo: così facendo blocco il mio guadagno fra il prezzo di acquisto di 100 e il valore attuale di 120, ma continuerò ad essere possessore degli stessi 100 mila Euro in Bund e continuerò quindi a percepire gli interessi su quella cifra. Inoltre, essendo il Futures un contratto a leva finanziaria come spiegato prima, non sarò obbligato ad utilizzare ulteriori 100 mila Euro per coprire gli altri, ma solo una parte di questi, solo un margine, proprio per la struttura del contratto Futures.

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.