Altro

Gli Hedge Funds sono invece una tipologia di fondo di origine anglosassone e che in italiano si traduce con “fondi speculativi” (ma la traduzione letterale è fondi coperti in quanto hedging significa proprio “copertura, protezione”), caratterizzata da pochi investitori con grandi cifre a disposizione e complicate tecniche operative che diminuiscono la correlazione col mercato.

Il loro obbiettivo – chiamato in inglese “Absolute Return” – è quello di avere un rendimento costante nel tempo ed in qualsiasi situazione di mercato, sia essa rialzista o ribassista. Questi fondi, proprio per le loro caratteristiche particolari, non sono soggetti alla sollecitazione del pubblico risparmio e quindi non sono destinati ad una pluralità di piccoli investitori.

Infatti in Italia, ad esempio, la soglia minima per una quota di un Fondi Hedge è pari a 500 mila Euro ed era presente anche un numero massimo di partecipanti, poi abolito; la loro particolarità è che non sono soggetti a regole prudenziali e possono investire sotto qualsiasi forma ed in qualsiasi strumento finanziario. Pertanto le tecniche utilizzate sono molto più complesse ed avanzate: spesso viene utilizzato l’effetto leva e la loro operatività può consistere anche nella vendita allo scoperto degli strumenti finanziari oltre che all’acquisto oppure all’arbitraggio sugli stessi (cioè basato sulle differenze di quotazione di uno stesso strumento nei diversi mercati), che sono tutte procedure vietate ai Fondi Comuni e considerate ad alto rischio, anche se in assoluto non è corretto.


SPONSOR

SPONSOR


Non è corretto considerare quelle tecniche sempre ad alto rischio perché in situazioni di mercati ribassisti e di grande volatilità come accade negli ultimi anni, la possibilità di vendere allo scoperto determinati strumenti considerati perdenti e di acquistarne altri considerati invece meritevoli, rende l’investimento meglio gestibile e più bilanciato proprio grazie alla diminuzione della correlazione coi mercati stessi.

In ogni caso il rischio di questi investimenti è spesso molto elevato e siccome il rendimento è direttamente proporzionale al rischio, anche gli eventuali rendimenti lo saranno. Una delle tecniche utilizzate per limitare le esagerazioni in termini di rischio sono quello di costringere gli stessi gestori a possedere una quota elevata del capitale del Fondo Hedge.

Un caso particolare di Fondo Hedge, poi fallito, è quello dell’ LTCM – Long Term Capital Management creato a metà degli anni novanta da alcuni economisti e matematici – poi futuri premi nobel per l’economia per il modello matematico da loro creato – che diede grandissimi rendimenti nei primi due anni di vita ma che poi, per la gigantesca esposizione creata dall’elevato effetto leva, col tempo azzerò praticamente tutto il capitale a fronte di perdite relativamente basse e fu costretto alla liquidazione.

[RIPRODUZIONE RISERVATA - ATTENERSI A NORME SU COPYRIGHT]

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati :

  • I Fondi Comuni di Investimento sono organismi di investimento collettivo che raccolgono il denar ...
  • I CFD, acronimo di Contracts For Difference (contratti per differenza in italiano), sono una par ...
  • La parola Certificates indica quei prodotti d'investimento derivati cartolarizzati, generalmente ...

Lascia un Commento

Created and Administrated by G. C.